1

Domande online per gli incarichi a tempo determinato finalizzati alla immissione in ruolo dalla I fascia delle GPS, e per le supplenze al 31/8 e 30/6 (GAE e GPS)

Dal 10 al 21 agosto le domande online per gli incarichi a tempo determinato finalizzati alla immissione in ruolo dalla I fascia delle GPS (Decreto sostegni bis) e per le supplenze al 31/8 e 30/6 (GAE e GPS)

Entro la data del 13 agosto la pubblicazione delle disponibilità. Si possono scegliere fino a 150 preferenze.

La bozza della circolare sulle supplenze per il personale docente, educativo e ATA per l’a.s. 2021/22 è stata al centro dell’incontro tra l’amministrazione e le organizzazioni sindacali.

Per l’amministrazione erano presenti il dott. Serra e la dott.ssa Alonzo.

Per la UIL Scuola hanno partecipato Paolo Pizzo e Mauro Panzieri.

Dal 10 al 21 agosto saranno disponibili in modalità online le istanze di partecipazione per il personale docente per gli incarichi finalizzati alla immissione in ruolo dalla I fascia delle GPS ed elenchi aggiuntivi (Decreto sostegni bis) e per gli incarichi di supplenza al 31/8 e 30/6 sui posti comuni e di sostegno.

Le due procedure si effettuano congiuntamente (per cui chi parteciperà per entrambe le procedure lo farà con un’unica domanda online) anche se il sistema elaborerà le operazioni in due momenti distinti: prima quelle relativi agli incarichi a tempo determinato dalla I fascia delle GPS ed elenchi aggiuntivi finalizzati alla immissione in ruolo (Decreto sostegni bis); successivamente quelli relativi agli incarichi di supplenza (prima dalle GAE e, in subordine, dalle GPS).

1) Incarichi a tempo determinato dalla I fascia delle GPS ed elenchi aggiuntivi finalizzati alla immissione in ruolo (Decreto sostegni bis)

Partecipano i docenti inseriti nelle GPS di I fascia o nei relativi elenchi aggiuntivi su posto di posto comune e/o di sostegno.

Per il solo posto comune è richiesto che il docente abbia svolto su posto comune, entro l’anno scolastico 2020/2021, almeno tre annualità di servizio, anche non consecutive, negli ultimi dieci anni scolastici oltre quello in corso, nelle istituzioni scolastiche statali.

All’esito delle procedure delle ordinarie immissioni in ruolo, gli uffici scolastici regionali provvedono alla pubblicazione del contingente destinato di incarichi a tempo determinato dalla I fascia delle GPS ed elenchi aggiuntivi finalizzati alla immissione in ruolo (Decreto sostegni bis), previo accantonamento dei posti destinati ai concorsi ordinari (D.D. 21 aprile 2020 n. 498 e 499).

Gli aspiranti manifestano la volontà di partecipare alla procedura e attestano, nell’apposita sezione della piattaforma che sarà predisposta a partire dal 10 agosto, il possesso dei requisiti tramite istanza nella stessa provincia nella quale risultino iscritti nella prima fasciao negli elenchi aggiuntivi, delle GPS per il posto comune o di sostegno unicamente in modalità telematica attraverso l’applicazione “Istanze on Line (POLIS)”. 

  • La mancata presentazione dell’istanza comporta la rinuncia alla partecipazione alla procedura.
  • La mancata indicazione di talune sedi è intesa quale rinuncia per le sedi non espresse.
  • La rinuncia all’incarico preclude il rifacimento delle operazioni anche per altra classe di concorso o tipologia di posto.
  • In caso di rinuncia, resta salva la possibilità di partecipazione alle successive procedure di conferimento delle nomine a tempo determinato, qualora la rinuncia stessa pervenga entro il termine indicato dall’ufficio territorialmente competente.
  • La mancata assegnazione dell’incarico per le classi di concorso o tipologie di posto e per le sedi richieste consente la partecipazione alle successive procedure di conferimento delle nomine a tempo determinato.

Art. 36 e 59 CCNL per il personale già di ruolo

Trattandosi di un contratto a tempo determinato, anche se finalizzato alla immissione in ruolo, il personale scolastico già di ruolo può partecipare alla procedura in esame ai sensi degli articoli 36 e 59 del CCNL del comparto scuola 2006-2009. Per il personale docente già di ruolo, la nomina deve ovviamente essere per altra classe di concorso o grado di scuola rispetto a quello nella quale è già di ruolo.

Per l’amministrazione non potranno invece partecipare i docenti assunti in ruolo nell’a.s. 2020/21 perché il blocco triennale che parte dall’anno di assunzione riguarda anche l’art. 36. (modifica articolo 399, commi 3 e 3-bis, del T..U 294/97).

Gli USR, a seguito della verifica delle istanze presentate, assegnano gli aspiranti alle singole istituzioni scolastiche attraverso la procedura automatizzata nell’ordine delle classi di concorso o tipologia di posto indicato e, sulla base della posizione rivestita nella prima fascia delle GPS e, successivamente nei relativi elenchi aggiuntivi, delle preferenze espresse.

Gli esiti dell’individuazione sono comunicati a cura degli uffici territoriali ai docenti ed alle scuole interessate.

2) Supplenze al 31/8 e 30/6 (GAE e GPS) posti interi e spezzoni superiori alle 6 ore

Partecipano i docenti inseriti nelle Graduatorie ad esaurimento (GAE) e nelle GPS di I fascia o nei relativi elenchi aggiuntivi e nella II fascia su posto di posto comune e/o di sostegno.

Le GPS si utilizzeranno solo se le GAE risulteranno esaurite e avanzeranno ancora posti da assegnare scorrendo la I fascia e in subordine la II fascia.

Messa a Disposizione

Per l’Amministrazione, all’atto dell’esaurimento della graduatoria di istituto, ivi comprese le graduatorie delle istituzioni scolastiche viciniori, il dirigente scolastico si avvale di aspiranti docenti che abbiano presentato istanza di MAD la quale però può essere presentata esclusivamente dai docenti che non risultino iscritti in alcuna graduatoria provinciale e di istituto e possono essere presentate per una sola provincia da dichiarare espressamente nell’istanza (sia per il posto comune che di sostegno).

Per il resto, la circolare, anche per quanto riguarda la parte relativa al personale IRC, educativo ed ATA conferma le istruzioni impartite lo scorso anno.

LE OSSERVAZIONI DELLA UIL SCUOLA

La UIL scuola, in merito alla bozza di circolare proposta dall’Amministrazione, ha segnalato le seguenti criticità e rivendicato delle proposte di modifica e di integrazione sui seguenti punti:

–  Pubblicità delle operazioni: La UIL scuola ha rivendicato che, per una questione di chiarezza e trasparenza, oltre alla pubblicazione delle disponibilità, sia per gli incarichi a tempo determinato dalla I fascia delle GPS ed elenchi aggiuntivi finalizzati alla immissione in ruolo (Decreto sostegni bis) che per la parte relativa alle supplenze, a cui saranno tenuti gli Uffici Scolastici come previsto dalla circolare (entro il 13 di agosto), e su cui vigileremo, ci sia una successiva e altrettanto chiara pubblicità relativa agli incarichi assegnati al termine di entrambe le procedure in modo che i docenti sappiano quali posti sono stati assegnati e a che punto si è arrivati nello scorrimento delle rispettive graduatorie.

–  Artt. 36 e 59 del CCNL 2006-09 per chi è già in ruolo: Su richiesta della UIL Scuola, l’Amministrazione ha chiarito all’interno della circolare che il personale già di ruolo può partecipare ai sensi degli articoli 36 e 59 del CCNL del comparto scuola 2006-2009 alla procedura degli incarichi a tempo determinato dalla I fascia delle GPS ed elenchi aggiuntivi finalizzati alla immissione in ruolo (Decreto sostegni bis). Come infatti già sostenuto dalla UIL scuola, trattandosi di un contratto a tempo determinato, anche se finalizzato alla immissione in ruolo, tale personale conserva il diritto a parteciparvi (per i docenti si può partecipare solo per altra classe di concorso o altro grado di scuola rispetto a quello del ruolo). La UIL scuola non condivide invece la posizione dell’Amministrazione di precludere la stessa opportunità agli immessi in ruolo dell’a.s. 2020/21. Per la UIL scuola, infatti, trattandosi di una procedura straordinaria, limitata al solo anno scolastico 21/22, anche a tale personale deve essere dato il diritto di partecipazione.. Ciò creerà, come annunciato dalla UIL Scuola negli incontri precedenti, sicuri contenziosi.

–  Personale individuato in ruolo e assunzioni procedura straordinaria GPS di I fascia: Come sostenuto già dalla UIL Scuola, l’Amministrazione ha confermato che resta la possibilità a chi è stato individuato in questi giorni per una immissione in ruolo (indipendentemente dal canale – GAE/concorsi), di accedere alla procedura per gli incarichi a tempo determinato dalla I fascia delle GPS ed elenchi aggiuntivi finalizzati alla immissione in ruolo (Decreto sostegni bis) anche per la stessa classe di concorso o posto rispetto alla individuazione avuta nei giorni precedenti.

– Rinuncia alla supplenza: Per la UIL scuola nella circolare devono essere chiariti i riferimenti normativi relativi alle nomine dalle GAE e dalle GPS per gli incarichi di supplenza al 30/6 e 31/8 per ciò che riguarda tutte le problematiche relative alla mancata accettazione o alla rinuncia di detti incarichi. Per la UIL scuola il fatto che gli incarichi delle supplenze avvengono in modalità online non può far venire meno i diritti dei docenti sanciti dall’art. 14 dell’O.M. 60/2020 che regola il mancato perfezionamento del rapporto di lavoro. Deve essere ribadito, in modo chiaro, che non ci possono essere ripercussioni, in merito alla eventuale rinuncia dell’incarico, né su una altra classe di concorso o tipologia di posto né per successive eventuali nomine dalle Graduatorie di istituto anche al 30/6 o 31/8 qualora le GAE e le GPS siano esaurite.

– Messa a disposizione: La UIL Scuola ha ribadito la necessità che, in assenza di una precisa disposizione in materia, e nella eventualità di una rivisitazione del Regolamento delle supplenze si intervenga con una regolamentazione che sarebbe necessaria la fine di evitare azioni estemporanee e che una circolare sulle supplenze non può garantirne funzionamento.

– Completamento orario artt. 36 e 59: La UIL Scuola ha sottolineato la necessità di specificare che il personale docente e ATA di ruolo che accetta una supplenza almeno fino al 30/6 ad orario non intero ha diritto al completamento orario. Tale possibilità, infatti, ci risulta che negli anni precedenti sia stata negata dalle scuole in modo illegittimo e per tale motivo è quindi necessario scriverlo nero su bianco nella circolare.

– Procedura informatica che regolerà sia le operazioni per gli incarichi a tempo determinati finalizzati alla immissione in ruolo dalla I fascia delle GPS (Decreto sostegni bis) che per le supplenze al 31/8 e 30/6 (GAE e GPS): la UIL Scuola ha fatto presente all’Amministrazione la necessità di predisporre indicazioni chiare, anche con degli esempi esplicativi, di come funzionerà il sistema informatico, soprattutto nel funzionamento delle preferenze, per chi opta sia per il posto comune che del sostegno, e per gli eventuali incroci di graduatorie nel caso di copertura dei posti di sostegno per chi è sprovvisto di titolo di specializzazione.




A026 e A041 – CONVOCAZIONI – SCELTA SEDE – Immissioni in ruolo personale docente a.s. 2021/22

Si rende noto ai candidati assegnati alla provincia di Reggio Emilia per i posti comuni delle classi di concorso A026 e A041 di cui al Decreto Dipartimentale n. 826/2021 (concorso STEM), che, in considerazione della necessità di organizzare le operazioni di immissione in ruolo, le operazioni suddette avverranno con le seguenti modalità.

Le operazioni di scelta della sede si svolgeranno in presenza nella giornata di venerdì 06 agosto 2021 presso i locali di quest’Ufficio di Ambito Territoriale, via Giuseppe Mazzini 6 (primo piano), 42121 Reggio Emilia.

Ai fini dell’accettazione della proposta di assunzione, gli aspiranti convocati possono conferire delega

all’ Ufficio Ambito Territoriale di Reggio Emilia utilizzando il modulo (allegato 1) da inviare al seguente indirizzo di posta elettronica martina.duscio@istruzione.it entro le ore 7.00 del giorno 06.08.2021 o farsi rappresentare dal proprio Sindacato o da persona di loro fiducia munita di regolare delega (allegato 2).

 

La mancata presenza alla convocazione ed il mancato invio di delega comportano l’assegnazione di una sede d’ufficio. Gli aspiranti non interessati alla nomina potranno far pervenire rinuncia scritta all’indirizzo martina.duscio@istruzione.it , corredata da copia del documento di identità in corso di validità, specificando nell’oggetto: “RINUNCIA RUOLO DA CONCORSO STEM: ____________ (cognome e nome candidato/a), __________________ (classe di concorso)”.

 

Nel rispetto delle indicazioni di prevenzione del contagio COVID-19, gli interessati saranno suddivisi in gruppi da tre, come specificato nei due elenchi di cui all’allegato 3. Si raccomanda il massimo il rispetto degli orari indicati negli elenchi di convocazione suddetti, al fine di evitare assembramenti. Si raccomanda altresì la massima attenzione alle indicazioni da seguire per l’emergenza Covid-19, come da allegato 4.

 

 

 

 




Incontri al Ministero, report 3 agosto: Procedura online GPS I Fascia e Supplenze al 31/8 e 30/6 (da GAE e GPS): dal 5 al 16 agosto

Continua la pressione della UIL scuola per rivendicare la tutela dei diritti dei lavoratori.

Procedura online GPS I Fascia e Supplenze al 31/8 e 30/6 (da GAE e GPS): dal 5 al 16 agosto apertura funzioni. Solo il 10 la pubblicazione delle disponibilità.

Solo la chiarezza e la trasparenza delle operazioni tutelano i diritti dei docenti che non possono essere messi in discussione dalla fretta della politica.

La procedura online per il personale docente per le supplenze annuali e fino al termine delle attività didattiche, è stato l’argomento trattato nel corso dell’incontro tra le organizzazioni sindacali e il Ministero dell’istruzione, a seguito della richiesta di apertura del confronto richiesto unitariamente dalle Organizzazione sindacali..

Per l’Amministrazione erano presenti il Dott. Versari, il Dott. Serra e la Dott.ssa Alonzo.

Per la UIL scuola hanno partecipato Paolo Pizzo, Mauro Panzieri e Pasquale Raimondo.

A seguito dell’incontro del 31 luglio, principalmente tecnico, durante il quale l’Amministrazione ha illustrato la nuova piattaforma attraverso cui si svolgeranno le procedure informatizzate sul portale POLIS – istanze on line, sia per la procedura di assunzione da I fascia GPS (come previsto dal decreto sostegni bis), che per gli incarichi di supplenza al 30/6 e 31/8 del personale docente, è stato immediatamente richiesto dalla Uil scuola, unitariamente alle altre Organizzazioni sindacali, il confronto su tale materia, ai sensi dell’art. 22 comma 8 del CCNL 2016/18, al fine di affrontare e chiarire tutte le criticità emerse durante il precedente incontro onde evitare un’ennesima stagione di contenziosi.

Incarichi di supplenza al 30/6 e 31/8

La procedura online riguarda tutti i docenti inseriti nelle GAE e nelle graduatorie provinciali per le supplenze (GPS) di prima fascia, elenchi aggiuntivi e di seconda fascia. Posti comuni e di sostegno.

I docenti inseriti nelle GAE partecipano con priorità rispetto a quelli inseriti nelle GPS (si attinge infatti alle GPS solo se residuano posti dalle GAE).

Secondo quanto riferito dall’Amministrazione nel precedente incontro, ciascun aspirante potrà indicare fino a 100 preferenze tra puntuali (scuole) e sintetiche (comuni e distretti) alternando scuole, comuni, distretti, posti, classi di concorso e tipologie di cattedra per le quali si concorre. Inoltre è possibile richiedere anche spezzoni orario ed eventualmente chiedere il completamento cattedra.

La UIL scuola ha ribadito le criticità su tali operazioni e rivendicato le giuste soluzioni:

–  E’ innanzitutto necessario separare le procedure e operare in due momenti diversi: la procedura relativa all’assunzione dalla I fascia GPS con contratto a tempo determinato finalizzata alle immissioni in ruolo (decreto sostegno bis) deve essere svolta prima e in modo completamente separato rispetto a quella per gli incarichi di supplenza al 30/6 e 31/8 da svolgersi in un successivo momento.

È da considerare che tanti docenti hanno diritto a partecipare ad entrambe le procedure, per cui la simultaneità di presentazione delle domande genererà confusione con un elevato numero di errori

che inevitabilmente comprometteranno il futuro lavorativo delle persone e genereranno inevitabili contenziosi.

–  Prima della scelta online gli aspiranti hanno il diritto di conoscere le sedi disponibili così come avveniva con le convocazioni in presenza:

Gli aspiranti, al momento della presentazione della domanda, hanno il diritto di conoscere le sedi disponibili così come avveniva quando le convocazioni si svolgevano in presenza per effettuare delle scelte consapevoli e non al buio.

Non avendo a disposizione l’elenco delle sedi disponibili, infatti, i docenti si troveranno a scegliere le stesse in modo casuale con il rischio, soprattutto nelle grandi province, di precludere le loro possibilità lavorative.

Su tale punto la UIL scuola ha chiesto che il sistema informatico intervenga permettendo all’aspirante di visualizzare solo le sedi disponibili comprese quelle che hanno un completamento orario.

A parere della UIL, su questo punto ci sarebbe anche la violazione dell’art. 12 dell’O.M. 60/2020 in cui è chiaramente specificato che “Al fine di garantire il regolare e ordinato inizio delle lezioni, le operazioni di conferimento delle supplenze annuali o delle supplenze temporanee sino al termine delle attività didattiche sono disposte annualmente assicurando preventivamente la pubblicizzazione nell’albo e nel sito web di ciascun ambito territoriale provinciale:

a)  del quadro complessivo delle disponibilità e delle relative sedi cui si riferiscono;

b)  del calendario delle convocazioni.

Per tali motivi è necessario rinviare ad una data di scadenza successiva la procedura per l’attribuzione delle supplenze annuali e fino al termine delle attività didattiche, rispetto a quella relativa alle assunzioni da I fascia GPS (come previsto dal decreto sostegni bis), in modo che gli aspiranti possano avere un quadro completo anche delle sedi residuate e conoscere anche per tempo le disposizioni della circolare MI (istruzioni operative supplenze). In questo modo si darebbe anche il tempo ad ogni ufficio territoriale di pubblicarle contestualmente alle graduatorie aggiornate.

Assunzioni GPS I fascia (decreto sostegni bis)

La UIL scuola ha ribadito la necessità di chiarire, da parte dell’Amministrazione, con nota apposita, che i docenti già a tempo indeterminato assunti fino all’a.s. 2019/20 possano usufruire dell’art. 36 del CCNL per l’attribuzione delle supplenze annuali finalizzate alle immissioni in ruolo che avverranno con un primi incarico a tempo determinato.

Su questo punto, la UIL scuola ha sostenuto la posizione secondo la quale anche i docenti immessi i ruolo l’a.s. 2020/21 possono optare per l’accettazione della nuova proposta, anche se a tempo determinato, nonostante la legge del blocco dei tre anni vieti l’art. 36 (a meno che ovviamente non si rientri nelle particolari deroghe previste), perché si tratta di una procedura straordinaria e non è possibile generare disparità di trattamento tra i docenti.

La risposta dell’Amministrazione

L’amministrazione nel corso dell’incontro ha comunicato che entro oggi ci sarà la convocazione per l’incontro sulla circolare annuale per le istruzioni operative per le supplenze che dovrebbe svolgersi nella giornata di domani.

Sulla questione delle presentazione delle domande, per l’Amministrazione le due operazioni non possono essere distinte come tempi, ma si svolgeranno congiuntamente. Sarà poi il sistema a separare le operazioni: una volta concluse le istanze, gli uffici andranno a valutare prima le domande per la procedura dell’assunzione della I fascia GPS (decreto sostegni bis). Una volta terminata questa fase, ci sarà la valutazione e l’estrazione delle domande per gli incarichi di supplenza.

Ha inoltre comunicato che dal 5 al 16 agosto saranno aperte le funzioni (per entrambe le procedure) mentre solo il 10 di agosto saranno pubblicate le disponibilità da parte degli Uffici (per entrambe le procedure).

Su questo punto la Uil scuola, insieme alle altre organizzazioni sindacali, ha chiesto che la data di apertura sia più vicina possibile alla data del 10 agosto in modo che i docenti siano consapevoli della scelta delle sedi, come rivendicata dalla UIL scuola, e che la data di chiusura delle istanze sia posticipata rispetto al 16 agosto.

Su questi punti l’Amministrazione si è riservata di accogliere le richieste.

La Uil scuola anche domani, nell’incontro che ci sarà sulle istruzioni operative per le supplenze, ribadirà la propria posizione al fine di tutelare i diritti di tutti i docenti.




Scelta delle provincie per Immissione in ruolo personale docente a.s 2021/22–c.d.c. A026-A041 CONCORSO STEM

Si pubblica la nota prot. n. 17981 del 02/08/2021 dell’USR EMILIA ROMAGNA relativo alle operazioni finalizzate all’assunzione del personale docente con contratto a tempo indeterminato dal CONCORSO STEM con riguardo alle CLASSI DI CONCORSO A026 e A041 – Anno scolastico 2021/22

SI ricorda che i candidati, a partire da oggi 02/08/2021 e fino alle ore 10 di mercoledì 04/08/2021 dovranno inviare all’Ufficio scolastico regionale per l’Emilia-Romagna, via mail, all’indirizzo drer.ufficio1@istruzione.it l’elenco con l’indicazione di tutte le province in ordine di preferenza, corredato da copia di un documento di identità in corso di validità del richiedente, utilizzando il modello allegato. Nella mail occorrerà specificare il seguente oggetto “RUOLO DA CONCORSO STEM: ____________ (cognome e nome candidato/a), posizione n._______, __________________ (classe di concorso) – Elenco preferenziale province”.

Gli aspiranti non interessati alla nomina potranno far pervenire rinuncia scritta, corredata da copia del documento di identità in corso di validità, tramite all’indirizzo drer.ufficio1@istruzione.it, specificando nell’oggetto: “RINUNCIA RUOLO DA CONCORSO STEM: ____________ (cognome e nome candidato/a), __________________ (classe di concorso)”.

 

 




Concorso ordinario STEM -graduatoria ed elenco abilitati classe di concorso A041

USR Emilia Romagna – Concorso ordinario STEM – Pubblicata graduatoria ed elenco abilitati classe di concorso A041

 

Si pubblica il decreto di approvazione della graduatoria di merito per la SCUOLA SECONDARIA DI SECONDO GRADO –CLASSE DI CONCORSO A041 – (SCIENZE E TECNOLOGIE INFORMATICHE)

 

 

 




Docenti: Assegnazioni sedi GAE.

Si pubblica, in allegato, il file delle assegnazioni sedi, relativo al personale docente (Graduatorie a esaurimento).

 

 

 

 




IMMISSIONI IN RUOLO PERSONALE DOCENTE A.S. 2021/22 / SCHEDA SULLE ISTRUZIONI OPERATIVE

La bozza delle istruzioni operative relativamente alle immissioni in ruolo del personale docente per l’a.s. 2021/22 è stata al centro dell’incontro tra l’amministrazione e le organizzazioni sindacali. Per la UIL Scuola ha partecipato Paolo Pizzo.

L’Amministrazione in apertura di incontro ha illustrato la bozza dell’Allegato A che contiene le ‘Istruzioni operative finalizzate alle nomine in ruolo per il personale docente per l’anno scolastico 2021/2022’.


LA POSIZIONE DELLA UIL SCUOLA

La Uil Scuola ha ribadito all’amministrazione ciò che aveva già sottolineato nei precedenti incontri: avviare la procedura informatizzata nelle diverse regioni, anche se riferita per ora solo alla scelta della provincia, non è rispettoso nei confronti dei tanti docenti interessati alle immissioni in ruolo in una situazione che appare, per utilizzare un eufemismo, molto confusa: non si conosce, ad oggi, il contingente delle immissioni in ruolo, ci sono procedure concorsuali in atto con graduatorie non ancora ultimate, altre bloccate dal TAR, senza considerare che altre procedure non sono state ancora avviate e non c’è una risposta chiara e precisa su come i docenti che abbiano superato le prove del concorso straordinario 2020 e che non saranno assunti in ruolo acquisiranno l’abilitazione.
Il rischio è infatti che la macchina operativa parta per poi doversi necessariamente fermare e ripartire, con grave danno per l’avvio del prossimo anno scolastico e per tutti gli studenti che invece meritano che tutti i loro docenti siano in servizio il 1° di settembre.


>>> Il punto sulle questioni affrontate

Cancellazione dopo la conferma in ruolo
Per la UIL scuola appare chiaro che per la modifica di cui all’art. 399 bis del D.lgs 297/1994, che interviene sulla cancellazione dalle altre graduatorie in cui il neo immesso in ruolo è eventualmente inserito, non è importante l’atto dell’immissione in ruolo quanto invece il superamento dell’anno di prova e formazione. È infatti solo dopo aver ottenuto la conferma in ruolo che il docente dovrà essere cancellato da tutte le graduatorie in cui è eventualmente inserito (GAE/Istituto/GPS/Concorsi per la stessa e/o altre classi di concorso o tipologie di posto) ad eccezione di un eventuale inserimento nelle graduatorie di un concorso ordinario (Es. 2016).

Pertanto, la UIL scuola rivendica che:

  • Tutti i docenti che hanno rinviato l’anno di prova all’a.s. 2021/22 non dovranno essere cancellati da nessuna graduatoria in cui eventualmente sono inseriti e potranno essere convocati da queste per le imminenti immissioni in ruolo.
  • Anche qualora l’anno di prova sia svolto, l’eventuale conferma in ruolo avviene comunque a partire dal 1° settembre dell’a.s. successivo all’immissione in ruolo, per cui tutti i docenti assunti in ruolo l’a.s. 2020/21 non dovranno essere cancellati da nessuna graduatoria in cui eventualmente sono inseriti e potranno essere da queste convocati, entro il 31 agosto, per le successive immissioni in ruolo, anche qualora nel frattempo abbiano sostenuto il colloquio finale dell’anno di formazione e prova.

Su questo punto l’amministrazione ha dato una “non risposta” lasciando ampio margine di interpretazione della norma ai diversi uffici regionali che, a detta del ministero, potrebbero intenderla in modo non univoco, per esempio in presenza del decreto di conferma in ruolo, il quale potrebbe essere disposto dal dirigente a luglio o anche ad agosto dello stesso anno scolastico.

Posizione che naturalmente non condividiamo perché questo creerà ancora più confusione creando disparità tra gli stessi docenti che potrebbero avere il decreto di conferma in ruolo in tempi diversi, oltre che avere strascichi giudiziari deleteri per un ordinato avvio dell’anno scolastico.


Diplomati magistrali con riserva

Tale punto è stato evidenziato dalla UIL scuola già lo scorso anno, con apposita nota che si allega: I docenti che sono stati assunti con riserva nell’a.s. 2020/21 o che eventualmente lo saranno per l’a.s. 2021/22, qualora, successivamente, l’esito del contenzioso dovesse essere negativo, gli stessi non dovranno essere depennati dalle altre procedure concorsuali (ad esempio concorso straordinario del 2018), proprio in virtù dell’assunzione con riserva, e anche dopo l’esito positivo del periodo di formazione e di prova.

Per la UIL, infatti, l’eventuale sentenza negativa ha effetto solo sulla immissione in ruolo con riserva per cui qualora la stessa arrivi dopo 20 giorni dall’inizio delle lezioni, il contratto a tempo indeterminato viene trasformato in un contratto a tempo determinato fino al 30/6.

Su questo punto l’amministrazione, a differenza della posizione rigida assunta lo scorso anno ed evidenziata in una nota in cui precisava che tali docenti dovevano comunque essere cancellati da altre graduatorie indipendentemente dalla assunzione con riserva, si è resa disponibile a rivedere tale posizione e a renderla al più presto nota alle organizzazioni sindacali e agli Uffici regionali.


Docente a tempo indeterminato che accetta una nuova immissione in ruolo

Risulta che, in diverse regioni, nella informativa sulla procedura delle immissioni in ruolo che si sta svolgendo tra i sindacati e gli Uffici Scolastici regionali, alcuni direttori regionali abbiano comunicato che i docenti già di ruolo che sono in posizione utile nelle diverse graduatorie concorsuali, qualora partecipassero alle operazioni di assunzione decadrebbero dal loro attuale loro, se in posizione utile, già durante la prima fase delle immissioni in ruolo ovvero al momento dell’assegnazione della provincia.

Per la UIL Scuola tale operazione risulterebbe illegittima in quanto, i docenti che sono già assunti a tempo indeterminato e partecipano alla procedura online per altra graduatoria, potranno legittimamente rifiutare l’eventuale nuovo ruolo anche dopo che è stata assegnata loro una provincia e anche dopo che gli stessi abbiano scelto la scuola di nuova assunzione, ciò senza avere nessuna penalizzazione sul contratto a tempo indeterminato dell’attuale ruolo. Si configura, a nostro parere, un’opzione tra le diverse possibilità di scelta.
Questo perché la cancellazione dall’attuale ruolo potrà avvenire solo una volta che il docente assumerà servizio il 1° settembre firmando il nuovo contratto di immissione in ruolo.

Su questo punto l’amministrazione ha concordato con la posizione della UIL scuola e si è impegnata a dare indicazioni in tal senso agli uffici regionali che non dovessero conformarsi a tale posizione, per cui l’eventuale contratto a tempo indeterminato in essere viene a cessare solo con l’eventuale presa di servizio il 1° settembre.


Assunzioni in ruolo dalle GPS secondo quanto previsto dal D.L sostegni bis e abilitazione concorso straordinario 2020

La UIL Scuola, a margine dell’incontro, ha sollevato altre due questioni che sono legate l’una all’altra:

La prima è relativa alle possibili assunzioni dalle graduatorie provinciali per le supplenze (GPS). Fermo restando che c’è ancora da definire cosa conterrà nello specifico il Decreto sostegni bis, al netto degli eventuali emendamenti che potranno apportare delle modifiche, c’è sicuramente il problema di avere delle graduatorie che non contengano errori.
Bisogna fare una vera e propria operazione di ‘sanificazione’ come per gli ambienti inquinati. E bisogna farla velocemente per evitare quello che è successo per tutto il corrente anno scolastico con le supplenze che avrebbe delle ricadute ancora peggiori se pensiamo ad un contratto a tempo determinato che dovrà poi essere trasformato indeterminato alla fine del percorso che è ancora in fase di approvazione.

La seconda questione è il conseguimento dell’abilitazione per chi ha superato le prove del concorso straordinario 2020.
Come noto, il decreto sostegno bis è intervenuto modificando la legge che ha istituto il concorso eliminando la parte in cui si prevedeva l’acquisizione dei 24 cfu e l’esame da sostenere per il conseguimento della abilitazione. Inoltre, ha di fatto eliminato l’elenco “non graduato” di chi ha superato le prove ma che non è vincitore, in quanto ha disposto che l’elenco degli idonei dovrà integrarsi con quello dei vincitori.

Appare pertanto chiaro come l’abilitazione sia insita nell’ accettazione della nomina in ruolo, ovvero all’atto della conferma in ruolo (su questo punto la legge è chiara e non è stata modificata) anche per gli idonei (che faranno ormai parte di un unico elenco), che, pur non rientrando nel numero dei posti disponibili ovvero qualora dovessero accettare  l’immissione in ruolo, avendo  superato le prove ed essendo presenti nella graduatoria, non possono che essere equiparati ai primi e pertanto essere considerati abilitati.

Di ciò chiederemo un intervento amministrativo che per effetto del combinato disposto della norma di legge, dia anche sul piano ammnistrativo gli effetti abilitanti concedendo anche di utilizzare le eventuali finestre per integrare le graduatorie di I fascia delle GPS esistenti. Vorremmo evitare di doverci rivolgere ad un giudice e rivendicheremo un atto nei confronti del ministro Bianchi.
Infatti, la procedura che, all’inizio prevedeva come requisiti per considerarsi abilitati, di avere una supplenza almeno al 30/6 o un contratto a tempo indeterminato al fine di configurare l’abilitazione, era riservata a tutti coloro che avevano superato le prove ma non rientravano nell’elenco dei vincitori, i quali facevano parte di un elenco c.d. “non graduato”.
Ora questo elenco non graduato non esiste più! È infatti sostituito da un elenco graduato che consente lo scorrimento per le immissioni in ruolo.

Per la UIL scuola l’abilitazione, in conformità con quello che è già previsto per il concorso ordinario, si acquisisce nel momento in cui si superano le prove. Ciò salvaguarderebbe anche coloro che non accettano la nomina in ruolo oppure non rientrano nel contingente previsto, ovvero già di ruolo in altra classe di concorso.


Docenti di religione cattolica idonei del 2004

La UIL scuola ha chiesto quale tempistica è prevista riguardo l’emanazione del decreto di assunzione dei docenti di religione cattolica idonei del 2004. L’Amministrazione conferma che è in fase di approvazione il decreto dei contingenti presso il MEF. Una volta ottenuta risposta, sarà data precisa informativa.

Abbiamo rivendicato anche in questa sede ribadito la necessità del totale scorrimento della suddetta graduatoria al fine di dare definitiva risposta a 1440 docenti ingabbiati ormai nella precarietà e nell’incertezza.

 




Specializzazione per il sostegno: autorizzati 22.000 posti

Il MI, in forza al DM 755 del 06/07/2021, autorizza gli Atenei (che lo hanno richiesto) ad avviare i percorsi di formazione finalizzati al conseguimento della specializzazione per le attività di sostegno didattico agli alunni con disabilità.

Con singoli bandi gli Atenei provvederanno alla predisposizione delle modalità di espletamento delle prove di accesso.

 I test preselettivi si svolgeranno, per tutti gli indirizzi della specializzazione per il sostegno, nelle seguenti date:

  • 20 settembre 2021 (mattina) prove scuola dell’infanzia
  • 23 settembre 2021 (mattina) prove scuola primaria
  • 24 settembre 2021 (mattina) prove scuola secondaria di I grado
  • 30 settembre 2021 (mattina) prove scuola secondaria di II grado

In allegato:

DM 755 del 06/07/2021

Allegato A –  Tabella riassuntiva offerta formativa specializzazione sul sostegno




Ricorso ESCLUSIONE CONCORSO STRAORDINARIO Decreto 510/2020

Ricorso ESCLUSIONE CONCORSO STRAORDINARIO Decreto 510/2020

Ne parliamo con l’Avv. Domenico Naso

(legale della UIL Scuola RUA Nazionale)

e con l’Avv. Cinzia Ganzerli

(legale della UIL Scuola RUA Emilia Romagna)

Martedì 29 giugno 2021 ore 17.00

In videoconferenza GOOGLE MEET

I partecipanti accederanno attraverso il seguente link:

https://meet.google.com/zek-knzq-tef

PER L’ACCERTAMENTO E LA DECLARATORIA DEL DIRITTO dei ricorrenti, in quanto muniti di anzianità di servizio pre-ruolo almeno triennale, maturata mediante incarichi di supplenza conferiti dall’Amministrazione scolastica statale, a poter partecipare ad una procedura di reclutamento riservata al personale precario nel rispetto dei principi comunitari dettati dalla direttiva 1999/70/Ce, come elaborati dalla costante giurisprudenza comunitaria, in difformità al principio selettivo introdotto dal Decreto 510/2020.

In tal senso, quindi, non risultavano rispettati quei rigorosi criteri cui secondo la giurisprudenza comunitaria (cfr. ex multis Corte di Giustizia UE, 8 maggio 2019 in causa C-494/17, MIUR), recepita dalla Corte Costituzionale (cfr. Corte Cost., 20 luglio 2016 n. 187) e dalla Suprema Corte di Cassazione (cfr. da ultimo, Corte Cass., Sez. Lavoro, 12 febbraio 2020 n. 3474) deve ispirarsi il Legislatore nel delineare procedure di stabilizzazione volte a ripristinare la lesione subita dai docenti ingiustamente confinati in uno stato di reiterata precarizzazione. In sintesi, nei motivi del ricorso, andrà rimarcato che l’ambizione alla trasformazione del rapporto lavorativo e, quindi, alla stabilizzazione non può essere soddisfatta con modalità che rendano tale obiettivo “incerto”, “imprevedibile” e “aleatorio”. Se tali canoni risultavano essere stati rispettati in occasione del piano straordinario ex lege 107/2015, di certo lo stesso non può dirsi per la procedura di cui è causa.

Verranno, pertanto, sviluppati i seguenti motivi di ricorso:

  1. VIOLAZIONE E FALSA APPLICAZIONE DEGLI ARTT. 3, 97 E 117 COST. VIOLAZIONE E FALSA APPLICAZIONE DELLA DIRETTIVA 1999/70/CE. VIOLAZIONE E FALSA APPLICAZIONE DELL’ART. 19 DEL D.LGS. 15 GIUGNO 2015 N. 81. VIOLAZIONE E FALSA APPLICAZIONE DEGLI ARTT. 36 E 70 DEL D.LGS. 30 MARZO 2001 N. 165. VIOLAZIONE E FALSA APPLICAZIONE DELL’ART. 9 DEL D.L. 13 MAGGIO 2011 N. 70 (CONV. CON L. 12 LUGLIO 2011 N. 106). VIOLAZIONE E FALSA APPLICAZIONE DELL’ART. 1 DEL D.L. 25 SETTEMBRE 2009 N. 134 (CONV. CON L. 24 NOVEMBRE 2009 N. 167).
  1. VIOLAZIONE E FALSA APPLICAZIONE DELL’ART. 37 DEL D.LGS. 30 MARZO 2001 N. 165. ECCESSO DI POTERE. ILLOGICITÀ. DIFETTO DI MOTIVAZIONE.

 




Procedura concorsuale DD 510/2020 e DD 783/2020-Esiti prova scritta suppletiva

ESITI PROVA SCRITTA SUPPLETIVA
CANDIDATI CHE HANNO SUPERATO LE PROVE SCRITTE SUPPLETIVE E INDICAZIONI SULLA PRESENTAZIONE DEI TITOLI NON DOCUMENTABILI CON AUTOCERTIFICAZIONE O DICHIARAZIONE SOSTITUTIVA ex art. 14 c. 3 bando di concorso “Dichiarazione, presentazione e valutazione dei titoli”.
CLASSI DI CONCORSO
A026 – MATEMATICA
A028- MATEMATICA E SCIENZE
A045 – SCIENZE ECONOMICO-AZIENDALI
AB24 LINGUE E CULTURE STRANIERE NEGLI ISTITUTI DI ISTRUZIONE DI II GRADO (INGLESE).